Archivi categoria: Istituto siciliano di studi europei e federalisti “Mario Albertini”

Consiglio di Gestione dell’Istituto “Mario Albertini” – convocazione

ISTITUTO SICILIANO DI STUDI EUROPEI E FEDERALISTI “MARIO ALBERTINI”

Struttura operativa della Casa d’Europa “Altiero Spinelli”

SEDE: VIA EMILIA N. 2 – PRESIDENZA: VIA R. SANZIO N. 7 – 91016 ERICE CASA SANTA (TRAPANI)

Tel. 0923.551745/538729 – Fax 0923.558340 – Website: www.fedeuropa.org – Email: istituto.albertini@fedeuropa.org

Il Presidente Trapani, 16 aprile 2018

Cell. 347.9541553

Oggetto: Consiglio di Gestione

dell’Istituto – convocazione

Ai sigg. Componenti del Consiglio di Gestione

dell’Istituto siciliano di Studi europei e federalisti

“Mario Albertini”

  • Prof. Elio Scaglione, direttore
  • Dott. Andrea Ilardi, segretario amministrativo
  • Prof. Giuseppe Fera, incaricato progetti di formazione federalista negli istituti secondari

e, p.c., Alla prof.ssa Lina G. Di Carlo

Presidente Casa d’Europa “Altiero Spinelli”

Al prof. Antonino Tobia

Componente Direzione Casa d’Europa “A. Spinelli”

All’avv. Silvia Augugliaro

Componente Direzione Casa d’Europa “A. Spinelli”

Ai Membri ordinari dell’Istituto “M. Albertini”

Ai Membri onorari della Casa d’Europa “A. Spinelli”

L O R O S E DI

Cari Amici,

il Consiglio di Gestione di questo Istituto è convocato a Trapani, presso il Ristorantino “La Stele” di via N. Bixio 112, domenica 22 aprile 2018, a far tempo orientativamente dalle ore 11:00, col seguente ordine del giorno:

SCARICA DOCUMENTO COMPLETO

il-pensiero-federalista

Il pensiero federalista – Anno XVI n° 1. Febbraio 2017

il pensiero federalista

Fare l’Europa
L’Europa del Popolo Europeo e la realizzazione del sogno dei saggi *
Elio Scaglione

Il tema che ora viene alla nostra attenzione – L’Europa del popolo europeo su cui mi è stato chiesto di proporre alcune piste di riflessione, si basa su un presupposto che, innanzi tutto, mette
conto di verificare a riguardo della sua stessa fondatezza: cioè l’esistenza di un “popolo europeo”,
inteso come solitamente si ha l’idea di che cosa sia un “popolo”.

scarica documento completo

Il Pensiero Federalista – Novembre 2014

pensiero_federalista

 

Anno XIII n°3 Novembre 2014

Primo Piano
Le “piccole patrie” tra autonomia e indipendenza*

Elio Scaglione

1. Il tema che mi è stato affidato per la sua ampiezza e suggestione può essere visto e sviluppato da molteplici angolature attraverso un’analisi multidisciplinare, a partire da quella, preliminare a tutte, di carattere politico-sociologico, oltre che filosofico, cui è strettamente connesso il profilo giuridico-costituzionale. Di fronte alla CRISI degli Stati nazionali si pone, fra gli altri eventi, il fenomeno delle così dette “piccole patrie”.

scarica documento completo

Il Pensiero federalista – Aprile 2014

pensiero_federalista

Fare l’Europa.
Una capacità di bilancio aggiuntiva per l’Eurozona*
Domenico Moro

1. Premessa. Verso l’integrazione fiscale differenziata nell’Unione europea

La discussione sull’istituzione di una “capacità di bilancio aggiuntiva” in capo all’eurozona è, di fatto, una discussione sull’attribuzione della competenza di una vera e propria politica di bilancio in capo ad istituzioni europee1. E’ la prima volta, da quando, nel 1977, MacDougall redasse il Rapporto sul ruolo della finanza pubblica nel processo di integrazione europea2, che l’affiancamento della politica di bilancio alla politica monetaria diventa una possibilità politica concreta. Il percorso non sarà né facile, né breve, ma deve essere questo il grado di consapevolezza con cui i federalisti devono impegnare tutte le loro energie su questo obiettivo.

scarica il documento completo

Il Pensiero federalista – Gennaio 2014

pensiero_federalista

Primo piano.
Guerra e pace in Africa e Medio Oriente. Il ruolo dell’Europa nella politica internazionale*
Rodolfo Gargano

1. Premessa. Vita quotidiana e politica internazionale nell’era della globalizzazione

Le vicende della perdurante crisi economica che allo stato imperversa nell’Unione europea, mostrando peraltro ancora una volta la sostanziale insufficienza delle politiche di contrasto adottate al riguardo sia dalle istituzioni comunitarie che dai governi nazionali, non ci devono fare ignorare che tuttora sussistono ugualmente altre gravi questioni, che pur non riferendosi all’economia, rivestono senza dubbio un interesse non marginale.

scarica il documento completo