Mozione del comitato direttivo sull’aggravamento della crisi in Italia

This post has already been read 1344 times!

MOVIMENTO FEDERALISTA EUROPEO – SEZIONE DI TRAPANI

Mozione del comitato direttivo sull’aggravamento della crisi in Italia

Il Comitato direttivo della sezione di Trapani del Movimento Federalista Europeo,

preso atto della situazione complessivamente venutasi a creare in tutta l’Eurozona per effetto della crisi economica cui l’Europa comunitaria non è stata in grado, allo stato, di porre efficaci rimedi;

che negli Stati più deboli dell’Unione tale crisi ha già causato rilevanti contraccolpi di carattere sociale, con ricadute impressionanti sul tenore di vita delle popolazioni coinvolte;

considerato altresì che in tali Paesi – e particolarmente in Italia – la crisi sta ormai acquisendo un allarmante carattere politico, che pare perfino mettere a rischio le stesse istituzioni;

fa presente

che la crisi apertasi nel 2008 nell’Eurozona si è ormai sensibilmente aggravata, trasformandosi, specialmente in Italia, da finanziaria ed economica in sociale e politica, e mostrando una classe politica nazionale confusa e frastornata, priva di una idea-guida forte, in grado di far uscire il Paese dalle secche in cui l’Europa è precipitata con il blocco dell’economia, ma anche divisa fra opposti populismi e tecnicismi di bassa politica, come si è visto per ultimo dalla vicenda dell’elezione del Presidente della Repubblica;

considera

al riguardo assai deleterio che l’Italia, a due mesi dalle ultime elezioni nazionali, si stia distinguendo in negativo fra i Paesi membri dell’Unione europea per la sua assoluta incapacità di darsi in tempi brevi un governo adeguato ed autorevole, che pur nel risanamento dell’economia possa fronteggiare all’interno le gravissime urgenze sociali e richiedere con forza e determinazione nell’ambito delle istituzioni comunitarie un decisivo salto di qualità per la ripresa dell’economia europea e il varo di un grande piano di sviluppo finalizzato alla costruzione di un’Europa politica;

rileva

infatti che la principale causa della crisi che ha colpito l’Eurozona sta nella mancata istituzione, accanto alla moneta unica, di un governo economico europeo controllato dal Parlamento europeo ma rigorosamente autonomo dai governi nazionali, vale a dire nel mancato completamento dell’unione politica europea in forma federale;

che conseguentemente lungi dal perseguire sciagurati progetti di rigetto della moneta unica occorra procedere da subito al rilancio del processo costituente europeo mediante la messa in campo dell’unione bancaria e fiscale sino alla creazione di una Federazione dell’Eurozona, in una prima fase limitata quindi agli aspetti economici e monetari;

sottolinea

che a fronte di una situazione ogni giorno sempre più drammatica per la Sicilia e per i giovani la stessa classe politica isolana appare in buona sostanza abbastanza inerte e nonostante taluni buoni propositi ancora attardata nei modi usuali di gestione anche clientelare della cosa pubblica, mentre appare sempre più necessario contribuire invece ad individuare e proporre soluzioni da discutere insieme con la società civile alla luce del progetto di una Sicilia europea pienamente integrata in una Federazione europea protesa verso i Paesi della sponda sud del Mediterraneo;

impegna

in tale prospettiva la Sezione MFE di Trapani per la costituzione di un Comitato per l’Europa federale che operando anche a livello provinciale sia punto di incontro, dibattito ed iniziativa fra partiti politici, sindacati ed altre organizzazioni della società civile trapanese allo scopo di far emergere dal basso richieste e proposte per il superamento della crisi nella prospettiva non più eludibile della costruzione della Federazione europea a cominciare dall’Eurozona.

Trapani, 20 aprile 2013

IL COMITATO DIRETTIVO DELLA SEZIONE MFE DI TRAPANI