Archivi categoria: Cronache federaliste

cronache-federaliste

Cronache federaliste – Anno XVII n. s. Numero 3 Maggio 2018

Anno XVII n. s. Numero 3 Maggio 2018
REAGIRE AL PROGETTO SOVRANISTA DI UN’EUROPA CONFEDERALE*

“Il Comitato direttivo della Sezione di Trapani del Movimento Federalista Europeo, riunito nei locali sociali per esaminare in particolare lo stato di avanzamento del processo di integrazione europea, alla luce del rafforzamento nel parlamento italiano di forze politiche tendenzialmente euroscettiche ed estranee alle tradizionali famiglie politiche europee,

SCARICA DOCUMENTO COMPLETO

cronache-federaliste

Cronache Federaliste – IL PIANO INCLINATO DEL NEONAZIONALISMO E L’ALTERNATIVA EUROPEA*

“Il Comitato direttivo della Sezione di Trapani del Movimento Federalista Europeo, riunito nei locali sociali per valutare lo stato di avanzamento del processo di integrazione europea e nella prospettiva delle elezioni nazionali del 4 marzo 2018, con le quali si chiude la serie delle tornate elettorali dei maggiori Stati membri dell’Unione;

SCARICA DOCUMENTO COMPLETO

Cronache federaliste – anno XVI n. 1 (gennaio 2017)

Anno XVI n. s. Numero 1 Gennaio 2017
È IL MOMENTO DI RIFONDARE L’EUROPA
Qualche settimana fa si è tenuto a Trapani, ad iniziativa della Casa d’Europa
Altiero Spinelli” e della Sezione di Trapani del M.F.E, un seminario dal titolo
L’Europa impaurita del dopo-Brexit” con sottotitolo “Euroscetticismo e xenofobia
tra populismi e guerre ineguali”.

scarica documento completo

 

Cronache Federaliste – Anno XV n. s. Numero 2 Maggio 2016

IL TEMPO È SCADUTO? IMPROCRASTINABILE ORMAI L’UNITÀ EUROPEA
Non sarà del tutto vano se oggi, in uno scenario europeo e mondiale per più versi allarmante, ci poniamo una domanda: il tempo è scaduto per rinsaldare l’unificazione politica del continente europeo? Ci si deve chiedere: a questo interrogativo, apparentemente un po’ provocatorio, sottostà una preoccupazione vera oppure esagerata? È forse fuori luogo anticipare in termini di assoluta urgenza questa inquietante domanda? E dobbiamo rispondere: sì, oggi più che mai il tempo è scaduto.

Scarica Documento completo